29 luglio; Olsok

ImmagineIl 29 luglio, anniversario della morte di Sant’Olav,
l’unico santo norvegese. Tradizionalmente, chiamandosi “vigilia di Sant’Olav”, si sarebbe dovuto festeggiare la sera prima, e invece la ricorrenza è proprio il 29.
A Roma gli è stato dedicato un altare nella centralissima basilica della Chiesa di San Carlo al Corso; la comunità norvegese vi celebra Messa nelle occasioni importanti.

Olav Haraldsson, che regnò dal 1015 al 1030, si era assegnato il compito di diventare monarca di un paese cristiano, e per riuscirvi sottomise i piccoli reami allora esistenti ed estirpò il paganesimo. Fece conoscere l’amore cristiano, costruì chiese, ma dovette anche usare, alle volte, la spada per imporre il cristianesimo. Si creò inimicizie e dovette fuggire. Tornato alla testa di uno stuolo di fedeli sudditi, cadde in battaglia a Stiklestad presso Trondheim (anticamente Nidaros ovvero la foce del fiume Nid) il 29 luglio 1030. Il suo corpo divenne fonte di miracoli. Con il martirio di S. Olav si posero in Norvegia le radici del cristianesimo.

Per saperne di più:
Cattedrale di Trondheim; Il Duomo di Nidaros
16 ottobre: la conversione della Norvegia
29 luglio 1030: Battaglia di Stiklestad

ImmagineCappella di Sant’Olav: pala d’altare con S. Olav re di Norvegia (1893),
di Pius Adamonitsch Welonski.

Annunci

Lascia un Commento/Leave a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...