. . . . . Notte dei Musei 2014 . . . . .

OT5B1280

Villa Adriana al tramonto

La Notte dei Musei; tutti a passare un sabato sera in ottima compagnia dell’Arte!
(e anche di cari amici ♥, il che non guasta mai!)

Noi optiamo per andare a Tivoli: Villa Adriana e Villa d’Este, entrambe Patrimonio dell’Umanità (Unesco)!

OT5B1271OT5B1269 Villa Adriana fu realizzata nella prima metà del II secolo su ordine dell’Imperatore Adriano:

«Fece costruire con eccezionale sfarzo una villa a Tivoli ove erano riprodotti con i loro nomi i luoghi più celebri delle province dell’impero, come il Liceo, l’Accademia, il Pritaneo, la città di Canopo, il Pecile e la valle di Tempe; e per non tralasciare proprio nulla, vi aveva fatto raffigurare anche gli inferi.» (Historia Augusta, Vita Hadriani, XXVI, 5)

OT5B1302

Il Triclinio

IMG_20140517_213018754

Villa d’Este fu costruita su ordine del cardinale Ippolito II d’Este, il quale ebbe appena il tempo di godersi la solenne inaugurazione della villa, avvenuta nel settembre del 1572 primna di morire il 2 dicembre dello stesso anno.

OT5B1324

Il VIale delle Cento Fontane

I lavori furono affidati al geniale architetto Pirro Ligorio, che ha creato un giardino straordinario, con terrazze e pendii. Tutte le fontane erano alimentate senza uso di alcun congegno meccanico, ma soltanto sfruttando la pressione naturale e il principio dei vasi comunicanti. Il risultato è solo in parte visibile ai giorni nostri, e i numeri sono sorprendenti: 35.000 m2 complessivi di giardini, 250 zampilli, 60 polle d’acqua, 255 cascate, 100 vasche, 50 fontane, 20 esedre e terrazze, 300 paratoie, 30.000 piante a rotazione stagionale, 150 piante secolari ad alto fusto, 15.000 piante ed alberi ornamentali perenni, 9.000 m2 di viali, vialetti e rampe.

OT5B1327

Fontana di Nettuno

Nota folkloristica: i tiburtini, gli abitanti di Tivoli, vengono anche chiamati “cotti in fronte” perché, e qui le versioni discordano:
la storia dice che è perché furono marchiati a fuoco in fronte dai Romani quale vendetta,
mentre a detta dei romani moderni, perché la collina (Monte Ripolo) su quale s’abbarbica la città è assolata da mane a sera. 😀

IMG_20140517_230810412

 

Giornate FAI di primavera – 22 e 23 marzo 2014

22 e 23 marzo 2014 – Giornate FAI di primavera.

Luoghi favolosi da visitare!

L’unico dispiacere è vedere che gran parte degli eventi odierni (almeno nel Lazio)
è riservato agli iscritti (mentre per domani è previsto brutto tempo e freddo) 😦

Ufficio Reclami

22 e 23 marzo 2014 – Giornate FAI di primavera .

Mi raccomando domani e dopodomani! Buone visite!

View original post

Balto.

Oggi vorrei raccontarvi di mio prozio materno Gunnar Kaasen;

Balto_Gunnar_2
e del suo Balto.
Il nome gli era stato dato in onore dell’esploratore polare di origine sami Samuel Balto.

I più ricorderanno il valoroso husky siberiano come il protagonista dei film d’animazione della Disney, come cane da traino che salva i bambini di Nome in Alaska (oggi l’eroica impresa viene ricordata nella durissima corsa Iditarod Trail Sled Dog Race).

La ricorrenza odierna è di 132 anni dalla nascita dello zio.

Mia nipote Linn ripercorre le orme del nostro celebre avo, nel suo tempo libero fa la musher ed è proprietaria di alcuni malamut bellissimi! Ha partecipato ad alcune delle gare più dure tenutesi in Norvegia, spero sentiremo ancora parlare molto e bene di lei! ♥

Balto_Gunnar_1Qui c’è una piccola carrellata di filmati dell’epoca:

Telecronaca; l’arrivo di Gunnar Kaasen a Nome

Telecronaca: Gunnar Kaasen e la consegna del siero.

E qui il documentario che ha creato per la tivvù di Stato NRK, mio cugino Per Kristian Olsen, valente giornalista e regista.

Mi sono peraltro imbattuta in un sito meraviglioso dedicato alla corsa del siero, creato da Earl J. Aversano, tutto scritto rigorosamente in inglese.

Nel novembre scorso v’è stata una votazione online, in quanto la compagnia aerea Norwegian è solita decorare la deriva della sua flotta con vari personaggi ed eroi nordici, e Gunnar Kaasen è arrivato secondo nella sua regione!
Vi troviamo eroi, esploratori e pioneri come Roald Amundsen, Fridtjof Nansen, Thor Heyerdahl, il grande matematico Niels Henrik Abel, l’artista Ivo Caprino, il compositore Edvard Grieg, scrittori come Henrik Ibsen e Bjørnsterne Bjørnson, per dire solo alcuni dei norvegesi, e dive come la svedese Greta Garbo, scrittrici come la vincitrice del premio Nobel Selma Lagerlöf e scienziati come Anders Celsius e Carl von Linné, scrittori danesi del calibro di Hans Christian Andersen e Karen Blixen nonché scienziati come Tycho Brahe e Piet Hein e il grande filosofo Søren Kierkegaard.
Qui una lista completa.

Ma torniamo allo zio:

e di questi tempi non sei nessuno se non sei sui social… 😉

Qui c’è la sua storia in norvegese scritta dall’Istituto Polare.

Articoli in italiano:
Notizie a 4 zampe.it

Unità di soccorso cinofila Balto

balto_statue

Statua di Balto a Central Park, New York


Il motto dell’Iditarod è:
« Dedicata all’indomabile spirito dei cani da slitta che trasportarono sul ghiaccio accidentato, attraverso acque pericolose e tormente artiche l’antitossina per seicento miglia da Nenana per il sollievo della ferita Nome nell’inverno del 1925.
“Resistenza — Fedeltà — Intelligenza” »

Trailer ufficiale del film Balto (1995)

Cinecittà World

E finalmente si svela l’arcano…
E’ da tanto che vediamo costruire accanto all’outlet di Castel Romano; in particolare si notano le montagne russe e ci siamo chiesti “Ma ci verrà mica un parco divertimenti qui?” Ebbene sì: leggo che a fine primavera aprirà il Cinecittà World, “il più grande Parco a Tema in Italia dedicato al mondo del cinema”.
WOW!

“Cinecittà World si svilupperà su una superficie complessiva di oltre 140 ettari e comprenderà il Parco a Tema “Cinecittà World”, ‘’The Village’’ un’offerta retail con negozi, ristoranti e cinema ed una grande area di notevole pregio naturalistico-ambientale denominata “Cinecittà Natura”.”

Le fasi di costruzione sono quattro:

  • Cinecittà World 1 – prima area estesa su 17 Ettari (171.000 mq) con 3 attrazioni adrenaliniche, 16 per bambini e 19 per famiglie.
  • The Village – un villaggio con negozi, ristoranti e cinema.
  • Cinecittà World 2 – seconda area con attrazioni.
  • Cinecittà Natura – grande spazio verde dove costruire veri set e scenografie cinematografici visitabili dal pubblico.

E, non a caso il progetto creativo è stato affidato a Dante Ferretti, uno dei più grandi scenografi del cinema, 3 volte Premio Oscar. Scusate se è poco!

L’auspicio è di 4 milioni di visitatori l’anno: se tanto mi dà tanto, noi ci saremo!
Ah, se non vi basta l’Italia… c’è sempre l’Europa

ps. Una frase mooolto interessante per noi del quadrante sud:
“Si sta discutendo del possibile prolungamento della linea B della metropolitana fino a Castel Romano per collegare il parco al centro della città.” MAGARI!

Candelora

“Per la santa Candelora, se nevica o se plora, dell’inverno siamo fora.”

Oggi, 2 febbraio, si festeggia appunto la Candelora.
E non si può dire che a Roma non piova.
Semo fora!!!

(la portano via mentre canta “Brazil”…)